Skype Me™!

AirPlay un nuovo modo per riprodurre senza fili i contenuti multimediali presenti su iPhone, iPod e iPad

L’ultimo aggiornamento di iOS, il sistema operativo dei dispositivi Apple e in particolare iPad, iPhone, iPod Touch e Apple TV, ha introdotto l’annunciata funzionalità AirPlay. Che cos’è AirPlay? Una funzione di condivisione su rete domestica che permette di riprodurre i contenuti multimediali memorizzati ad esempio su un iPhone attraverso un Apple TV oppure altri dispositivi compatibili come diffusori attivi, docking station o, potenzialmente, un lettore Blu-ray Disc. Per molti l’iPod o l’iPhone è diventato il principale “serbatoio” della propria libreria musicale, uno dei principali fattori che ha decretato il successo delle docking station. AirPlay estende la possibilità di ascoltare la propria libreria in due modi: toglie il vincolo del collegamento fisico (utilizza il Wi-Fi), e apre la compatibilità a una nuova classe di dispositivi. La promessa di Apple era quella di offrire questa funzionalità nel modo più semplice possibile, ma fino ad oggi non era possibile testare con mano AirPlay, cosa che ora che l’aggiornamento è finalmente disponibile abbiamo prontamente fatto.

Il sistema è in realtà molto semplice: AirPlay permette di inviare in push un contenuto da un dispositivo a un altro con la pressione di un solo tasto. Si avvia un brano o un video su iPhone e selezionando uno dei dispositivi AirPlay in rete la riproduzione continua su di esso esattamente dallo stesso punto. Un funzionamento per certi versi simile a quello della funzionalità di media renderer del DLNA (già il nome è più complicato), ma che Apple è riuscita a rendere davvero estremamente semplice. Non c’è nulla da configurare, semplicemente quando è disponibile in rete un dispositivo AirPlay compare un’icona sul lettore multimediale che consente di scegliere cosa utilizzare per riprodurre il contenuto. Non ci sono scansioni di librerie multimediali da effettuare, né server da cercare in rete. Tutto avviene in modo del tutto automatico. È molto semplice visualizzare foto dal rullino dell’iPhone o dell’iPad, mentre non è possibile inviare in streaming i video realizzati con iPhone. La stessa funzionalità è integrata anche in iTunes, ma è su iPhone e iPad che acquista davvero un valore aggiunto. Anche perché AirPlay è supportato anche dalle varie applicazioni che effettuano streaming di audio e video.

Con AirPlay possiamo inviare l’audio o il video in streaming anche dall’interno di un’applicazione (di una Web Radio in questo caso).

Nel momento in cui scriviamo abbiamo potuto testare questa funzionalità con Apple TV e non possiamo che confermare l’estrema semplicità del sistema. L’unica cosa che occorre fare è accendere l’Apple TV, collegarla alla rete e alla propria catena audio/video. Fine. A comandare è l’iPad o iPhone del caso e non c’è nulla da configurare. L’unica eventuale opzione è quella che permette di attivare una password (che verrà richiesta su iPhone o iPad) per evitare che la riproduzione su Apple TV parta automaticamente. Altrimenti Apple TV accetta in ingresso un qualsiasi flusso un dispositivo iOS 4.2 sulla stessa rete decide di inviargli.

Da iTunes quando compare l’icona in basso a sinistra nella barra inferiore (foto in alto a sinistra) significa che sulla rete è presente un dispositivo AirPlay. In questo caso possiamo scegliere se riprodurre l’audio sul Mac, su Apple TV, o persino su entrambi i dispositivi contemporaneamente. Considerando che sia Apple TV che diversi ampli e lettori multimediali possono già effettuare streaming della libreria di iTunes, la possibilità di controllare la riproduzione da Mac o PC può essere meno interessante, ma non è da sottovalutare la comodità della funzione altoparlanti multipli nel momento in cui abbiamo ad esempio più dispositivi AirPlay in casa in ottica multiroom. Anche perché tutte queste funzioni sono utilizzabili anche tramite l’applicazione Apple Remote per iPhone, iPad e iPod Touch.

In sostanza si tratta di una tecnologia davvero molto interessante per chi è già entrato nell’ecosistema Apple. Se è vero che il DLNA è attualmente più diffuso, va detto che raramente abbiamo trovato la condivisione di file multimediali così semplice e immediata e straordinariamente alla portata di tutti. Se i produttori dovessero dare un serio supporto a questa tecnologia non vediamo perché non possa essere un nuovo successo per Apple. Va detto che a livello hardware non è richiesto molto di più di quello che oggi è necessario per integrare il supporto per tecnologie come l’UPnP o il DLNA: il vero costo in più per i produttori è dato dal costo della licenza che chiede Apple (Marantz ad esempio per l’aggiornamento ad AirPlay dei suoi prodotti compatibili chiede 49 euro).

fonte: http://www.dday.it

You can leave a response, or trackback from your own site.

2 Responses to “AirPlay un nuovo modo per riprodurre senza fili i contenuti multimediali presenti su iPhone, iPod e iPad”

  1. I’m not that much of a online reader to be honest but your sites really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your site to come back later. Many thanks
    Traduzione in italiano:
    Io non sono che molto di un lettore online per essere onesti, ma i siti veramente bello, continuate così! Vado avanti e segnalibro tuo sito per tornare più tardi. Grazie mille

  2. Ainhoa says:

    it’s my first time visiting here. and i found so many entertaining stuff in this blog, especially its discussion..http://www.sapatoonline.net

Leave a Reply

Powered by WordPress | Designed by: Premium Free WordPress Themes | Thanks to Download Premium WordPress Themes, wordpress 4 themes and Free Premium WordPress Themes